Via S. Bernardino da Siena, 28 - S. Maria degli Angeli - Assisi (PG)
+39 075 8043848
info@hotelfratesole.com
Book Now
Il blog del frate
Domus Sesto Properzio

La cosiddetta Domus di Properzio, che corrisponde a una domus romana risalente al I sec. d.C., si trova sotto l’abside della primitiva cattedrale di Santa Maria Maggiore. Scavi compiuti nell’Ottocento e negli anni ’50 del Novecento hanno portato alla luce tre ambienti comunicanti e un criptoportico, con pavimenti rivestiti da importantissimi mosaici anche in opus sectile e le pareti ancora in parte ricoperte da una raffinata decorazione su fondo giallo, una delle quali presenta un viridarium con uccellini tra i cespugli.

Comments: 0
Palazzo di Monte Frumentario

L’edificio del Monte Frumentario è situato nel centro storico della città serafica in Via San Francesco e risale alla seconda metà del XIII secolo. Antico ospedale del Comune, fu costruito all’esterno della prima cerchia romana, sul lato a valle della strada che conduceva alla basilica di San Francesco, successivamente, fu luogo di raccolta delle riserve alimentari cittadine, in particolare delle granaglie.

Comments: 1
Museo della Scuola

Il Museo della Scuola, è l’unico in Umbria che in due aule completamente arredate e corredate di materiale risalente alla fine dell’Ottocento e al Novecento, ricostruisce la scuola di quel tempo, riportando alla luce in maniera ordinata la cultura materiale della scuola elementare umbra nell’arco di un secolo. Il vasto materiale esposto è stato donato al Comune di Assisi dal Prof. Antonio Mencarelli che, oltre alla donazione, ne ha curato l’allestimento sistemando gli innumerevoli oggetti, arredi, sussidi didattici reperiti durante molti anni di studio e di ricerche.

Comments: 0
Mostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina

La “Mostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina”, raccoglie oltre 3000 pezzi di ogni tipo, tutti legati alla realtà rurale del centro Italia ed in particolare a quella locale. Sono oggetti che per secoli hanno scandito e determinato ritmi di vita, abitudini alimentari e sistemi di produzione di un’intera civiltà, quel mondo contadino ed artigiano il cui destino è stato segnato dalla progressiva meccanizzazione delle campagne e dalla massiccia industrializzazione della seconda metà del Novecento. Questa mostra nasce per non dimenticare, per prendere o riprendere contatto con una cultura dominata da materiali poveri e dalla genialità dei contadini.

Comments: 0
Mostra Canova Assisi

La Mostra sul Canova è ospitata al Palazzo Monte Frumentario, nella centralissima via San Francesco: comprende 60 tra sculture e quadri, una delle più grandi mostre sul Canova che escono direttamente dalla Fondazione Canova. Aperta fino al 6 Gennaio 2014. Canova è uno dei più grandi scultori e pittori italiani, ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo e soprannominato per questo il nuovo Fidia. Fu soprattutto il cantore della bellezza ideale femminile, priva di affettazioni: basti a tale proposito ricordare le opere ispirate alle tre Grazie e a Ebe, oppure alcuni suoi capolavori come Venere uscente dal bagno, la Venere italica e la statua dedicata a Paolina Borghese. La sua arte e il suo genio ebbero una grande e decisiva influenza nella scultura dell’epoca.

Comments: 0
Museo delle arti e mestieri, della casa e della civilità popolare

La raccolta etnografica si compone di circa 1500 manufatti e attrezzi provenienti dai laboratori artigiani e dalle cascine agricole, gli antichi attrezzi da punta e da taglio del mondo campestre e gli strumenti di mestieri specialistici come quello del barbiere, del bottaio, del muratore e dello stagnino, di oggetti curiosi e singolari, di arredi e suppellettili tipici della casa contadina umbra e di un gruppo di giocattoli d’epoca. Molti degli oggetti di uso quotidiano del passato provengono da collezioni private. Ci sono vecchi oggetti da lavoro, per l’agricoltura o anche per la casa.

Comments: 0
Museo d’Arte Contemporanea Padre Rossetti

Il Museo d’Arte Contemporanea, che trova la sua collocazione presso la Domus Pacis Assisi, storicamente nasce nel 1994 grazie all’ispirazione di Padre Felice Rossetti. Egli, con la collaborazione dei Frati Minori dell’Umbria, ha reso possibile la realizzazione di un Museo per esporre le opere di illustri artisti donatori. Lo scopo primario dell’iniziativa, nelle nuove sale appositamente adibite nel 2006 all’esposizione permanente, é quello di rendere tangibile e devoto omaggio al Serafico Padre che, da secoli, é insigne ed inesauribile ispiratore dell’arte, nelle sue varie e molteplici espressioni.

Comments: 0
Umbria Jazz 2013

Perugia dal 5 al 14 Luglio 2013, 40° Anniversario. Nella continuità della presidenza di Renzo Arbore e della direzione artistica di Carlo Pagnotta, Umbria Jazz rappresenta da sempre una delle più importanti e rinomate manifestazioni, di notevole richiamo internazionale, dedicate al jazz d’Europa. Nel 1973 venne inaugurata la prima edizione di Umbria Jazz e da allora a Perugia si sono esibiti i più grandi artisti del genere. L’edizione di Umbria Jazz 2013 si svolgerà dal 5 al 14 luglio, festeggia il 40° Anniversario, e si preannuncia quale appuntamento irrinunciabile per gli appassionati.

Comments: 0
Spoleto Festival 2013

Spoleto dal 28 giugno al 14 luglio 2013 opera, musica, danza, teatro Alla sua 56a edizione, Spoleto Festival dei Due Mondi conferma l´intuizione originale del maestro Gian Carlo Menotti che lo rese storico luogo d’incontro tra culture diverse, fornendogli un carattere inimitabile, e mostra, nel suo successo di oggi, la magia di un appuntamento prestigioso. La manifestazione Spoleto Festival dei Due Mondi, a livello nazionale e internazionale, costituisce uno dei più importanti eventi culturali e rappresenta un punto d’incontro fra la cultura italiana e l’America. Caratteristica della manifestazione è l’originalità, l’inusualità e talvolta l’esclusività degli spettacoli proposti.

Comments: 0
Laboratorio ecologico di Geopaleontologia

Allestita all’interno della stessa sede del Parco del monte Subasio, la mostra presenta il patrimonio geologico e paleontologico del territorio nel più generale contesto delle ere geologiche e dei principi di fossilizzazione. L’esposizione si articola in tre sale: nella prima vengono illustrati i temi della formazione dei fossili e delle ere geologiche; la seconda analizza le rocce e i fossili tipici dell’area del monte Subasio;

Comments: 0
1 4 5 6 7 8 27